Tariffe Autostradali Pedemontana Lombarda - manifestazione delle perplessità

Oggetto: Tariffe Autostradali Pedemontana Lombarda

 
Come Sindaci del territorio interessato dall’infrastruttura Autostrada Pedemontana Lombarda siamo a manifestare le nostre perplessità di fronte alle tariffe annunciate per le nuove tratte.
 
Riteniamo che le tariffe debbano incoraggiare l’utilizzo della nuova infrastruttura e qualora fossero considerate dagli utenti troppo onerose, il rischio reale è che i nuovi tratti autostradali, costruiti con l’impiego di ingentissime risorse e con un significativo prezzo ambientale per il territorio, rimangano sottoutilizzati.
 
La scelta di tariffare i relativi tratti autostradali da parte di Pedemontana era stata ampiamente prevista a livello progettuale e approvata dal CIPE, ed è una scelta pienamente comprensibile. Tuttavia rispetto alla netta ferita di forte impatto ambientale causata dall’infrastruttura, ci saremmo aspettati almeno un confronto sulle politiche di tariffazione da attuare, sempre nel pieno rispetto delle prerogative decisionali di ogni livello, ma con attenzione a quello di istituzione locale.
 
Se Pedemontana e CAL si configurano come società private, seppur a partecipazione pubblica, noi Sindaci siamo i rappresentanti locali di tutti i nostri cittadini: dell’interesse pubblico locale dobbiamo essere i difensori. Proprio per l’impatto significativo per il territorio, rimarchiamo che nell’interesse pubblico, si debba trovare la possibilità di usufruire di tale infrastruttura con tariffe ragionevoli per i nostri concittadini.
 
Riteniamo che delle tariffe ragionevoli, che non possono essere quelle annunciate, oltre a tutelare l’interesse pubblico locale e nazionale, possano creare una migliore dinamica nel modello domanda/offerta, aumentando l’utilizzo dell’infrastruttura autostradale e con questo compensando l’eventuale minor introito dovuto alla riduzione del pedaggio.
 
E opportuno inoltre precisare che non è nostro intento fare polemiche strumentali e/o identificare un colpevole, questa è da considerarsi un’azione di tutti i Sindaci che, al didi schieramenti politici, identificano nell’unione congiunta di tutti i Comuni la possibilità ed il loro diritto di essere consultati.
 
Il principio di riduzione del pedaggio vale sia per la Tangenziale di Como, sia per le tratte A e B1 di Pedemontana.
 
In entrambi i casi, tariffe troppo elevate porterebbero inevitabilmente ad un sottoutilizzo delle nuove tratte autostradali, vanificando lo sforzo sostenuto dalla collettività.
 
In attesa di questo doveroso confronto con noi rappresentanti delle autonomie locali del territorio interessato, come Sindaci siamo chiedere il congelamento per poi valutarne una corretta redistribuzione delle tariffe precedenti.
 
L’occasione è gradita per porgere i nostri cordiali saluti
 
I sindaci del territorio attraversato dall’Autostrada Pedemontana Lombarda del tratto B1.
 
Il Sindaco del Comune di Lomazzo
Valeria Benzoni
 
Il Sindaco del Comune di Bregnano
Elena Daddi
 
Il Sindaco del Comune di Cermenate
Roncoroni Mauro
 
Il Sindaco del Comune di Lentate
Rossella Rivolta
 
Il Sindaco del Comune di Rovellasca
Renato Brenna

ALLEGATI